.
Annunci online

LadyMarica [tagliatele la testa!] legge sashimi e mangia filosofia
18 aprile 2013
Se rinascessi mai vorrei rinascere molto bella per far politica. E questo non tanto perché la politica è per gente bella, o non dovrebbe, ma solo perché se fossi bella sarei superficiale (che non significa per forza leggera e soprattutto non è, secondo me, per forza una connotazione negativa) e...

Il cannocchiale, come dico oramai da mesi, proprio non va. Allora per leggere questo post basta cliccare sul titolo e si approderà in un luogo bellissimo. E funzionante.
4 febbraio 2010
355 Mo-mo-morgan

"Cosa c'è dopo la Morte? La non vita."      
(Morgan -da un'intervista delle iene)


  
                                     


Marco Castoldi, il cantante dei Bluvertigo, il Morgan per nome d'arte, il chiacchieratissimo caso mediatico degli ultimi due giorni.
Oddio, sembra che io stia scrivendo qualcosa di serio.
Mettiamoci comodi, solo le mie solite opinioni (o come direbbero i ben pensanti -categoria che ho deciso per fissa, oramai- cazzate!).

Partiamo dai dati certi.
Io ho una forte simpatia per Morgan.
Mi piace il suo taglio di capelli, mi piaciono le sue convinzioni teologiche, mi piacciono le sue idee politiche, mi piace la sua cultura, mi piace il suo modo di parlare, i suoi ragionameni e anche il naso.
Direi, riassumendo, che tranne Asia Argento (stavo per scrivere Daria) ci piacciono le stesse cose.

Attualmente, in effetti, volendo essere precississimi, ci divide anche l'uso della cocaina
(Ma non il pensiero sulla cocaina!)

Siamo giunti al punto.
Insomma, Morgan avrebbe dichiarato di usare (aver usato?) della cocaina come "antidepressivo" non funzionando gli altri medicinali.

Allora, di opinione (i ben pensanti leggano: cazzata) ne voglio dire una di più.
Abbondiamo!
Io sono (sarei) favorevole alla liberazione di tutte le droghe.
(potete arrivare fino agli insulti a questo giro!)
Il fatto mi sembra semplice.
Il cibo è una droga, e non provoca certo meno danni. Esistenziali anche.
Il vino è una dorga. E la più spregevole (sempre opinabile). Rende gli uomini simili agli animali, lascia che gli istinti più turpi vincano sull'umanità.
La nicotina è una droga. Ed è lo stato a venderla (quelli delle iene caccerebbero un urletto).
Il sesso sta diventando la droga degli ultimi tempi, e poi potremmo annoiarci a parlare di facebook, internet e videogiochi (sìsì, ma io credo nell'esagerazione mediatica più che altro).

La droga porta ad una dipartita più rapida?
E vabbe'...
Io sono convinta (la convinzione è sempre una brutta cosa, lo so) che gli esseri umani dovrebbero essere messi in condizioni di scegliere e non essere costretti a non scegliere quella cosa.

Io da atea (poteva mancare l'esempio religioso?) insegnerei ai miei figli (ipotetica costruzione del discorso) tutte le religioni, non nessuna religione.
Perché possano scegliere di non credere a niente.

Gli esseri umani dovrebbero scegliere se drogarsi, "raggiungere i mondi oscuri della migliore poesia noir", e, quindi, morire oppure se non farlo.
E' semplice e liberale.

Tornando al punto, quello che Morgan fa a casa sua è unicamente un suo problema.

Certo, mi chiedo anche io che reazioni si aspettasse?
Un applauso?
Ma i veri furbi, la vera gente che lo fa (e che fa di peggio), secondo voi, lo va a raccontare?
E poi vogliamo parlare di esempi da dare "ai giovani" (un nascondiglio meraviglioso!)?
Davvero vogliamo?
Non con Berlusconi in circolazione, suvvia!

Ma io sono d'accordo con la RAI, che anzi ringrazio.
La presenza di Morgan mi avrebbe creato seri dubbi sul dafarsi: potevo sorbirmi le serate atroci del festival di Sanremo e farmi quattro risate per Morgan, oppure rinunciare a Morgan, senza però dover assistere a quella tortura della musica che è oramai il festival.
(a proposito, chi presenta quest'anno?)

"Mamma rai" ha scelto per me!

p.s. non consideratelo più di tanto questo post, quando l'ho scritto ero strafatta!

25 dicembre 2009
327 Il seminatore d'odio: Marco Travaglio natalizio
 

Pare su facebook vada di moda, tra i sovversivi comunisti (il rosso è inequivocabile), questa pericolosa fotografia.

Travaglio come la giustificherà la nuova campagna d'odio che sta conducendo dalle terribili retrovie del social network?
Sembra proprio che ora, lanciato il Duomo di Milano, voglia prendere il posto anche dell'intera religione...
Chi oserebbe negarlo?

Adorabile.
18 dicembre 2009
322 [dio (non) c'è] Nervosi moderata
Ieri sera (tra un Santoro ed un altro) ho deciso che in questo periodo natalizio mi piacerebbe leggere qualcosa di divertente e leggero.
Il mio pensiero è subito andato alla Bibbia...

Ho già letto (in parte, frammentariamente ecc) la già citata opera ma mi sembrava intelligente leggerla di nuovo, con una maturità diversa, ed una concezione di dio differente:
un conto è leggere la Bibbia quando si crede, un conto quando sì è perso qualcosa, un conto quando si è certi di quello che si ritiene vero o meno.

Detto fatto.
Non ho voluto comprare una Bibbia nuova (non si sa mai andasse quanche soldo al Vaticano!) e così ho preso la Bibbia di famiglia (l'unico libro che c'è a casa mia -esclusi i miei- anzi, ne abbiamo -hanno- ben due!).
Le pagine sono di "carta velina" (igienica?), e temo non sopravviveranno ad una vera lettura.
D'altro canto la Bibbia non è fatta per essere letta... cosa pretendo?

Nero umorismo ateo a parte, la cosa che volevo raccontare con la Bibbia non c'entrava molto.

Da stamattina però non fanno altro che accadere cose tremende: che la nota entità inesistente (cit.) voglia comunicarmi la sua inesistenza?

In realtà di cose tremende ne è accaduta una sola.
Ma è bastata a rendermi un tantino nevrotica.

Li avete sentiti gli urli?
No, perché stasera ho superato anche me stessa.
Ho detto a mia madre (?) circa un quarto d'ora fa testuali parole:
"vaf******* stro***, muori"
Mai arrivata a un livello così alto di delirio.
Insomma al massimo glielo dico sotto voce!

La virgola dopo l'insulto è assurda, lo so.
Insomma, gridavo.
Chi altro usa le virgole quando grida?
In realtà la uso per ingentilire la cosa, ma c'è poco da mettere virgole...

Devo anche dire che lei (mia madre?) non ha molte cople oggi, se non quella di avermi trovato in giornata no.

L'unica responsabile della mia nevrosi sono io, che non faccio mai le scelte giuste.
Peggio, che non scelgo mai e lascio che le cose scorrano.
Il tempo, lo fa per definizione...

Non è accaduto nulla, nulla che io già non sapessi bene.

Semplicemente quando lasci sfuggire qualcosa, quando avresti da dire molto e invece dici solo una cazzata, quando senti che una seconda opportunità non ti verrà data o almeno non così, ecco, è in quel momento che un pochino... t'incazzi.

Colpa mia.
Della mia paranoia.
E del mio continuo "testare".
Il muro dovrei testare, altroché.
Sì, con la testa insomma.

Conclusioni politiche: io e Berlusconi una cosa in comune l'abbiamo. Un proverbio: "chi è causa del suo mal pianga se stesso!"

Conclusioni religiose: mai leggere la Bibbia ignari del pericolo che si corre. Mai leggere la Bibbia  a stomaco pieno. Mai leggere la Bibbia da soli.
15 dicembre 2009
318 [facebook] Ho un grillo per la testa
Il ministro della giustizia Alfano e l'ex piduista Cicchitto non hanno perso l'occasione per tacere neanche sul sangue di Berlusconi.
Ed è un gran peccato, quando stanno zitti quasi riesco a non vomitare guardandoli (leggendoli, ascoltandoli...)

Condanniamo da subito (per non lasciar spazio ai soliti imbecilli, che fortunatamente qui non girano, mi sembra) 
il gesto di violenza DI UNO PSICOPATICO nei confronti del premier.

Io sono contro la violenza morale anche verso gli insetti che affogano: mi sento, cioè, violenta a non salvarli; e quindi sono certamente contro la violenza fisica nei confronti di un ultra settantenne.

Ma da qui a voler far intendere che ci sia dietro un "mandato morale" (non ci credo, qualcuno lo ha detto!)di certi settori dell'informazione (Travaglio e Santoro) e della politica, nè deve scorre di grappa sotto i ponti (già, si deve essere ubriachi!).

Se qualcuno domani attentasse alla vita del papa chi potrebbe mai sostenere che è colpa delle minoranze religiose?
(bè, esclusa Daniela Santaché...)
Il papa riveste una carica di impatto, ha un potere enorme e per questo è più soggetto ad attentati.
Certo, ma questo va bene solo per il papa.
Berlusconi, invece, è una vittima dei comunisti: magistrati, giornalisti, politici.
Cospirano contro di lui nelle vicende processuali ed ora lo vogliono anche uccidere.

Ridicoli quelli che sostengono simili visioni ritardate del reale.
Ridicoli e berlusconiani (che è come dire...ehm...).

Berlusconi è la vittima di un attacco di violenza da parte di un pazzo, un esaltato.
Niente di più, niente di meno.
E l'esaltato è apolitico, non travagliano, non di sinistra, non dell'Italia dei Valori.

Ma, abracadabra, fatto il misfatto.
La verità che sembra chiara e inequivocabile, persino logica diventa un'altra cosa.
E, ancora più velocemente, quest'altra cosa la si diffonde in televisione.
Oh, la televisione...delizia dei nostri giorni.
Accade quindi che la tv di stato e la tv privata cioè le tv di Silvio Berlusconi trasmettano a raffica immagini di sangue e dolore, di rammarico, di comunisti spregevoli e di parole.
Tante parole...da Bonaiuti a Schifani.
Persino Casini ha il coraggio di dire qualcosa.
Alfano e Cicchitto li ho già nominati, ma la lista è infinita: tutti esprimono solidarietà (ci mancherebbe) e poi lanciano il sassolino.
O in molti casi il macigno.
Adorabili...

La facilità dell'operazione è la stessa con cui, che so, si cambia nome ad un gruppo su facebook.
E infatti, accade così, che chi si era iscritto a gruppi come (faccio esempi di fantasia) "Berlusconi e il Putin tour" si ritrovi ad essere involontariamente iscritto a "sosteniamo Berlusconi". 

Ma perché il gesto di un solo psicopatico coinvolge tutto un modo di sinistra (certo, non Bersani l'opportuno!) mentre la violazione di una libertà personale, di riconoscimento di sè stessi non coinvolge nulla?
Non una parola, non una condanna...

Si vocifera che anche un gruppo sulla solidarietà ai terremotati sia diventato, improvvisamente, un gruppo pro-B. E la cosa oltre ad essere turpe sul piano legale lo è anche dal punto di vista morale.

Che nella simulazione fossero bravi lo sapevo, ma anche nel cambiare i "gruppi in tavola" non sono male.

Mi sembra quasi più scandaloso dell'attentato al premier (che scandaloso lo è, badate bene).
In quel caso è l'azione, ripeto, di uno psicopatico esibizionista, in questo caso è l'intera "parte politica" a funzionare solo con mezzucci...

Uno specchio del partito?
Non spetta a me dirlo, ma nemmeno ai "posteri".
Spetta, forse, alle intelligenze personali...
8 ottobre 2009
265 Berlus...che?


Questi maledetti comunisti, si infilano dovunque.
Piena solidarietà a Berlusconi.

Ho anche un consiglio: Silvio, se aspettavi il momento giusto per dimetterti, bè è questo!


Io non ci avrei scommesso un euro su questa sentenza. Ho sentito qualcuno che proponeva: "andiamo a festeggiare il (non)lodo?"
Fossi io il Presidente della Repubblica istituirei ad oggi una festa nazionale (sempre che il Presidente della Repubblica abbia la facoltà di istituire feste nazionali).
E se il Presidente della Repubblica non ha questo potere, bè allora voglio essere il papa (che certo ha tutti i poteri).
___________________________

Sara è un sacco fortunata.
Ieri sera le stavo scrivendo un'email (molto poco gentile), poi apparizioni mistiche mi hanno tenuta occupata.
Oggi stavo scrivendo la stessa email quando ho visto Berlusconi al tg2, e ho pensato: "Wow...dio è ora!"
E allora ho lasciato peredere l'email.

Domanda esistenziale acuta: "ma non è che non la voglio mandare?"
(e visti i contenuti dell'email non ce la voglio mandare?)
Proprio acuta.

Ottimo giovedì bloggers!
2 marzo 2009
VARIETAS ET .....milano
L’esame era alle 9.30…
Ho aspettato fino alle 14 perché toccasse a me,
alle 14.40 finalmente era tutto finito…
Ventisei. Mi ha messo ventisei…
Troppo buono…ero convinta fino all’ultimo che mi avrebbe bocciata… ( a ragione devo ammettere però!). Gli ho detto poco e quel poco male…poi però lui ha chiesto una mia opinione su un qualcosa…e lì ho recitato la parte di quella che ci capisce!!

 

Oramai è più di una settimana che mi sono fatta una promessa…
Ho promesso a me stessa che non avrei scritto di “altro”…
Non lo sto facendo…
Mi spezzo a metà il cuore da sola…
Ma meglio il cuore spezzato, un’altra notte "amara" che lo svendere altro orgoglio…
Fosse la “mossa” giusta (squallido ma rende l’idea!) io altro che svenderlo, lo regalerei a secchi l’orgoglio (non so, l’orgoglio sarà liquido?? )

--------okay, non c’entra nulla ma mi è appena venuta in mente una barzelletta su Berlusconi letta, tanto per cambiare, su FB: “Berlusconi legge il giornale sul suo divano e sente in lontananza il campanello suonare; la cameriera entra in salotto e dice al premier: “mi scusi signore c’è di là un frate che chiede se possiamo dargli qualcosa per la costruzione di una piscina per i bambini orfani?” Berlusconi alza un secondo gli occhi dal suo giornale e le risponde: “Va bene, gli dia due secchi d’acqua dalla cucina!!”

Vabbè è idiota… e poi è una barzelletta –cioè il mio intento lo è- a politica insomma il protagonista poteva essere chiunque…e che c’è l’ho con Berlusconi solo perché è di Milano –sto scherzando assolutamente: no ho problemi con “Milano”!! ------------

Vabbè dov’ero??
Niente: Berlusconi e tutti questi trattini mi hanno rimbambita…

Ah ma una cosa “semplice” la posso dire…

Mi manca…tanto
E non posso farci nulla…

Ho tentato la tattica
dell’indifferenza,
dell’ironia: ho indetto un referendum (se cambiavamo giorno: il Martedì al posto del Venerdì!); Ho sparlato del milanista Seedorf (ecco non ho appunto problemi con Milano!)
e adesso, ultima possibilità, ho scomodato pure Berlusconi…

Tutto per evitare di scrivere stronzate…
E alla fine le ho scritte comunque...





E vabbè, già che ci sono rubo un bacio a Milano…o almeno ci provo!!
(e quanto ci provo!! - :D -)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi mancanze 26 i love milano

permalink | inviato da LadyMarica il 2/3/2009 alle 21:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Cerca
Feed
Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte


 

Scrivi per qualsiasi stramberia a
unimarica@hotmail.it

 

 

Curriculum vitae
[lo hanno detto di me]


se provi a toccarmi si cade e siamo nei sogni (Gianna Nannini)

ha un metaforico piercing sulla lingua (cit.)
 
un elegante stabilimento balneare (cit.)

un'aquila che si crede un pollo (cit.)

bambi incazzato con una predisposizione al sadomaso (cit.)

bieco genio del male (cit.)

la ladyoscar originale (semi-cit.)

tutta naso e coccole (cit.)

mi ricordi uno spaventapasseri (cit.)

ha più neuroni che tette (cit.)

te in arabia saudita staresti bene: col burqua non si vede nulla (cit.)

la tristezza fatta persona (cit. di Nonna)

berlinese (cit.)

ha il dono della parola (cit.)

tutt'altro che ripugnante (cit.)
 
Pubblicità e commercio di (tentati) valori (im)morali


(ricordatene sempre: il sesso è troppo bello per rimpiangerlo dopo)
 

(ringrziamo free per la gentile concessione)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
(libertà di scegliere, anche il velo) 
 
 


 


Persone con cui condivido una qualche certa parentela
 
 
 

(Sirius Black)
 

(Lady Oscar)
 
(Alessandro Magno)
 
(Friedrich W. Nietzsche)
 
(Woody Allen) 
 
(Fabrizio De Andrè)
 
 
 
 

Che relazione c'è tra le mie idee ed il mio naso? Per me nessuna io non penso col naso nè bado al mio naso, pensando. Ma gli altri? Gli altri che non possono vedere dentro di me le mie idee e vedono da fuori il mio naso? Per gli altri le mie idee e il mio naso hanno tanta relazione che se quelle, poniamo, fossero molto serie e questo (il naso) per la sua forma molto buffo si metterebbero a ridere! (Luigi Pirandello -Uno, Nessuno e Centomila)

Credi che t'avrei lasciato solo a mangiarti il cuore nel buio e nella solitudine senza cercare d'aiutarti a sopportare l'amaro peso della tua ignomia? Credi che non t'avrei fatto sapere che se tu pativi, io pure pativo; che se tu piangevi, pure nei miei occhi erano lacrime; che se tu giacevi nella casa della schiavitù ed eri disprezzato dagli uomini, io con il mio dolore avevo costruito una casa in cui rinchiudermi fino al tuo ritorno, un forziere in cui riporre tutto quanto gli uomini t'avevano negato per restituirtelo alla tua guarigione centuplicato (Oscar Wilde- De Profundis)

Dio è l'unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere (Charles Baudelaire)

Io non è che sia contrario al martimonio, ma mi pare che un uomo e una donna siano le persone meno adatte a sposarsi (Massimo Troisi)

Il cinico è colui che, sentendo profumo di fiori, si guarda attorno per cercare la bara (H.L. Mencken)

La calma è una vigliaccheria dell'anima (Lev Tolstoj)

Mi sento come uno dei tanti. Se mi taglio sanguino. E mi imbarazzo facilmente (Michael Jackson)

Alle anime superficiali occorrono degli anni per liberarsi di un'emozione (Oscar Wilde)

Le donne che non riescono a rendere affascinanti i loro errori, sono solo femmine (Oscar Wilde)

Amo molto parlare di niente, è l'unico argomento di cui so tutto (Oscar Wilde)

Cerchi la profondità? Guarda in superficie (Friedrich Nietzsche)

Essere soddisfatti di sè significa essere vili e ignoranti [...], è meglio aspirare a qualcosa che essere ciecamente, e impotentemente, felici (E. A. Abbott)

Non v'è rosa senza spine; ma vi sono parecchie spine senza rosa (Arthur Schopenhauer)

pregiudizi sempre. Altrimenti non potremmo escludere che stando a misurare le distanze tra gli oggetti nella nostra stanza si troverebbe una cura per il cancro (cit.)

Tanto ad andare, quanto a star fermi manchiamo sempre qualcosa (teoria del movimento/ semi-cit.)

Se la matematica e la scienza prendessero il posto della religione e della superstizione nelle scuole e nei media, il mondo diventerebbe un luogo più sensato (Piergiorgio Odifreddi)

Non siamo soli a immaginare un nuovo giorno in Italia (Domani 21/04/2009)

Il mio tempo non è ancora venuto, alcuni nascono postumi (Friedrich Nietzsche)

Cosa sa più di pollo: spolpato o spappolato? (Mela Acerba cit.)

La vita è una cosa spiacevole ed io mi sono proposto di passare la mia a rifletterci sopra (Arthur Schopenahuer)

Al mondo non ci sono solo buoni, magari questo lo sapevo ma è diverso, viverlo sulla mia pelle, come ho fatto io con te (Tiziano Ferro -Ti voglio bene)

Nessuno, alla mia morte, mi decori di lacrime nè faccia funerali di pianto. Perché? Volo vivo tra le bocche degli uomini (Ennio, semi-tradotto)

Il denaro non dà la felicità, ma la sua mancanza vaforisce l'infelicità (Andrea G. Pinketts)

E poi a me spaventano più i cristiani che i cannibali: i cannibali di solito infieriscono su gente morta, i cristiani no (msdc cit.)

L'essere che, sotto il letto, aspetta di afferrarmi la caviglia non è reale. Lo so. E so anche che se sto bene attento a tenere i piedi sotto le coperte, non riuscirà mai ad afferrarmi la caviglia (Stephen King)

L'abito non fa il monaco; e neanche il monaco fa l'abito, se no sarebbe un sarto (cit.)

Un tradimento come il tuo, Lesbia, costringe ad amare di più, ma a voler bene di meno (Catullo)

Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle (Voltaire)

Non tornare mai indietro, neanche per prendere la rincorsa (Ernesto Che Guevara)

Farai l'amore per amore o per avercelo garantito? (Fabrizio De Andrè)

Non è che per avere treni puntuali dobbiamo beccarci per forza il fascismo (rip cit.)

Non mi piace definirmi bisessuale. Mi sembra di escludere un sacco di gente, hai capito? Magari i trans. Non mi sento bisessuale, mi sento polisessuale (Gianna Nannini)

A chiunque è concesso un quarto d'ora di stupidità, ma lei ha veramente perso il senso del tempo (cit.)

Definire è limitare (Oscar Wilde)

Ti insulteranno a gran voce e tu ridi, ti chiuderanno la bocca e tu scrivi, se ti picchieranno, se ti imporranno divieti tu fatti beffa dei tuoi padroni e canta i loro segreti (Consigli di un pirla -Articolo 31)

E' da uomo non addotrinato alla filosofia addossare ad altri la colpa dei travagli, da mezzo addottrinato l'addossarla a se stesso, da addottrinato non darla nè a se stesso nè ad altri (Epitteto)

Un nonnulla basta a consolarci perché un nonnulla basta ad affligerci (Pascal)

Due stereotipi diversi non danno una persona originale, ma uno stereotipo al quadrato (Muriel Barbery)

Per essere l'immacolato membro di un gregge bisogna prima di tutto essere una pecora (A. Einstein)

Ci insegnano a ricordare le idee e non l'uomo, perché l'uomo può fallire (V per Vendetta)

La filosofia è pericolosa, la filosofia vi rende dei disadattati permanenti (Roberto Finelli)

Combattere per la pace è come far l'amore per la verginità (John Lennon)

Se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te (Friedrich Niezsche)

un bondage di vaffanculo (Yaxara)

Il Mont-Blanc si regge su un equilibrio delicato, non è come la Sacher Torte (Nanni Moretti)



IL CANNOCCHIALE